VIII edizione IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: festival del turismo responsabile

con Nessun commento

-ITACA- festival turismo responsabile 2016

IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: festival del turismo responsabile Al via l’VIII edizione del primo e unico festival italiano sul turismo responsabile: a Bologna dal 23 al 29 maggio 2016
“Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze!” Kostantin Kavafis
Torna anche quest’anno IT.A.CÀ migranti e viaggiatori il primo e unico festival dedicato al turismo responsabile, giunto alla sua VIII edizione.
Come nelle passate edizioni IT.A.CÀ coinvolge 7 città fra Emilia Romagna e Trentino ma, per valorizzare appieno le attività delle diverse sedi, le settimane in cui si svilupperanno i programmi di ciascuna città saranno diluiti in diversi periodi dell’anno e avranno temi differenti, delineati in base alle diverse caratteristiche dei territori.
Dal 23 al 29 maggio a Bologna si analizzerà il rapporto che unisce turismo, city branding e innovazione turistica attraverso convegni, workshop, presentazioni libri, proiezioni, spettacoli e, naturalmente, itinerari turistici a piedi, in treno e in bicicletta a Bologna e nella Città Metropolitana. La settimana dal 19 … Mi interessa, continuo a leggere--->

Vacanza Solidale in Mozambico: parti per un viaggio indimenticabile

con Nessun commento

Vacanza Solidale Mozambico estate 2016 HUMANA

Siete pronti a vivere un’esperienza unica e scoprire le bellezze del Mozambico? Tutto questo è possibile con la Vacanza Solidale organizzata da HUMANA People to People Italia ONLUS per l’estate 2016: un’occasione unica per conciliare solidarietà, conoscenza e relax.
Il soggiorno a Muzuane, località affacciata sull’Oceano Indiano, permetterà di sostenere la Scuola professionale a indirizzo turistico-alberghiero che HUMANA gestisce localmente. L’esperienza darà modo, inoltre, di prender parte alle attività di volontariato presso alcuni dei progetti che HUMANA gestisce in loco (scuole magistrali, professionali e asili, progetto TCE per la prevenzione dell’HIV/AIDS e progetto di sviluppo agricolo) e di godere di paesaggi naturali mozzafiato, di città patrimonio dell’UNESCO e di un cielo stellato come non lo si è visto mai!

“Slalom tra le dune rosse. Bambini incuriositi che ti scaldano il cuore. Ti lasci cullare dall’agio di aver trovato il tesoro più prezioso: l’amicizia. Tutti sotto lo stello cielo, in un mondo che non chiede, ma dà. Come ha fatto con me!
Grazie Africa per avermi insegnato che condividere è … Mi interessa, continuo a leggere--->

Alla scoperta dell’Alta via dei Monti Liguri

con Nessun commento
faiallo - alla scoperta dei monti liguri
Veduta del Passo del Faiallo ©Stefano Massari

 

L’Alta via dei Monti Liguri: scoprire una Liguria sconosciuta
442km di sentieri (segnati dal segnavia lungo l’arco appenninico ligure, suddivisi in 44 tappe che portano gli escursionisti da Ventimiglia a Ceparana (o naturalmente lungo il percorso contrario). E’ l’alta via dei monti liguri, un percorso istituito ufficialmente nel 1983, che ripercorre la linea di crinale che separa il versante mediterraneo da quello padano, due mondi che, da secoli, comunicavano e comunicano ancora proprio attraverso valli e passi dell’appennino ligure.

L’ITNERARIO
Un percorso che parte idealmente dall’estremo ponente ligure, sfiora il confine con la Francia e consente all’escursionista di andare alla scoperta della liguria ‘alpina’, quel territorio che culmina nei 2200 metri del monte Saccarello (la cima più alta della regione) costellato di antichi borghi quali Dolceacqua, Triora, Realdo o Verdeggia, nonché di fortificazioni risalenti ai conflitti mondiali e al regno sabaudo. Oltre il colle di San Bernardo si entra nell’entroterra savonese, l’altitudine diminuisce e si attraversano boschi secolariMi interessa, continuo a leggere--->

Premio Turismo Sostenibile 2015 / 2016!

con Nessun commento

ITACA Premio Sostenibilità 2016Bologna-Welcome-Premio sostenibilità
IT.A.CÀ migranti e viaggiatori: festival del turismo responsabilewww.bolognawelcome.com indicono la seconda edizione del PREMIO TURISMO SOSTENIBILE/cultura, enogastronomia e cicloturismo 2015 / 2016.

 -30.000 euro in palio per sei progetti-

IT.A.CÀ e i suoi partner vogliono promuovere le attività turistiche capaci di contribuire all’innovazione sociale della città metropolitana, cioè tutte le realtà in grado di riconoscere e valorizzare la centralità della comunità locale, di salvaguardare le tradizioni e di contribuire allo sviluppo umano, sociale e civile delle persone e dei loro luoghi fuori dai circuiti turistici tradizionali. Lo scopo dell’iniziativa è premiare le migliori pratiche nel campo del turismo sostenibile legate al territorio di Bologna e provincia e alle sue specificità artistiche culturali ed enogastronomiche.
Quest’anno fa il suo ingresso anche la categoria del cicloturismo, il settore che in questi anni ha rivelato la capacità di animare le micro-economie di intere regioni e che trasforma passioni e competenze in nuove professionalità. Dopo il successo della prima edizione del contest, sono stati stanziati 30 mila euro per far sì … Mi interessa, continuo a leggere--->

Cattolica: turismo, divertimento ma non solo

con Nessun commento

cattolica turismo 2015

A Cattolica la città del turismo di divertimento, siamo abituati a pensare che ci siano solo luoghi dove poter svagarsi, prendere il sole e divertirsi, ma non è così. Oltre i locali, le discoteche e gli hotel 3 stelle o extra lusso, la città offre anche diversi altri spunti turistici, che non sempre però vengono accolti e presentati nella giusta maniera.

Ci sono infatti anche altri aspetti da prendere in considerazione quando si visita una città come Cattolica. Attrazioni come il Parco le Navi, il famoso acquario di Cattolica, il parco al centro della città, e anche lo stesso centro storico che come ogni buon comune italiano è pieno di storia, chiese e palazzi da visitare.

Le chiese di cattolica

Se quindi avete intenzione di dedicare una giornata diversa al turismo, e spezzare le giornate di puro divertimento con qualche visita intellettualmente più interessante, certamente vi piacerà fare una passeggiata nella Cattolica di diversi anni fa, e visitare le chiese presenti.

Tra le chiese ad … Mi interessa, continuo a leggere--->

IT.A.CÀ festival del turismo responsabile: I Contest dell’edizione 2015!

con Nessun commento

Festival turismo responsabile 2015 contest

I contest della VII edizione di IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: festival del turismo responsabile 2015.

Si svolge dal 22 maggio al 7 giugno 2015 la VII edizione del primo festival in Italia dedicato al turismo responsabile e, come ogni anno, fra itinerari, passeggiate, musica e incontri, ci sono anche alcuni concorsi che premiano naturalmente i migliori, i più coraggiosi e i più fantasiosi turisti responsabili.

L’edizione 2015 raddoppia il numero delle città coinvolte in Emilia Romagna (Bologna, Parma, Reggio Emilia,Ferrara, Rimini, Ravenna e Forlì) ed esce dai confini regionali per invadere di voglia di scoperta anche il Trentino dal capoluogo ai suoi parchi e aree protette. Il programma si articola infatti in due trances, una emiliano-romagnola nel periodo dal 22 maggio al 2 giugno e l’altra in Trentino nel periodo dall’1 al 7 giugno.

Ecco i quattro contest che IT.A.CÀ. e i suoi partner propongono per questa edizione 2015. Tutte le informazioni, le modalità di partecipazione, le scadenze e i regolamenti si trovano sul sito www.festivalitaca.net

Adotta un turista

Il … Mi interessa, continuo a leggere--->

Scoprire l’Appennino autentico: Berceto Comunità Ospitale

con Nessun commento

 berceto comunità ospitale. turismo responsabile in italia

Scoprire l’Appennino autentico: Berceto Comunità Ospitale, una vacanza all’insegna dell’esperienza.             L’Appennino parmense è uno di quei luoghi ancora poco conosciuti dai grandi flussi turistici, che riesce a mantenere radicate le proprie tradizioni e la cultura rurale, in un modo autentico e genuino.

Avventurarsi in uno degli splendidi borghi situati nelle vallate appenniniche, significa riscoprire il senso del tempo, delle antiche tradizioni e dei mestieri di una volta, dei sapori intensi e dei sorrisi accoglienti. Così è Berceto, piccolo borgo situato nei pressi del Parco Regionale dei Cento Laghi (Pr) e a cavallo della preziosa via Francigena, da sempre luogo di arrivi, partenze e scambi culturali. Il borgo di Berceto è piccolo un gioiello di pietra, con il suo antico duomo risalente al XII secolo, i resti dell’antico castello e un paesaggio appenninico dalla natura avvolgente.

Berceto ha deciso di intraprendere un percorso di valorizzazione turistica molto importante, basato sui principi della sostenibilità, del turismo responsabile e della valorizzazione della comunità locale, come fulcro dell’esperienza turistica. Vivere un’esperienza nella … Mi interessa, continuo a leggere--->

1 2 3 4 5 6