Calypso: in Europa tutti possono viaggiare!

con Nessun commento

Commissione Europea Turismo progetto CalypsoCalypso: è questo il nome di un progetto tutto Europeo atto a perseguire due importanti obbiettivi: la promozione dei viaggi ai cittadini Europei, dando la possibilità di poter visitare località turistiche anche ai cittadini economicamente svantaggiati e che quindi non potrebbero permettersi un viaggio, e contrastare, per quanto possibile, i problemi della stagionalità aiutando, quindi,  le economie locali a far fronte a quei periodi di bassa stagione che procurano un grande danno economico.
E’ un’importante iniziativa della Commissione Europea che vuole dare un rilievo ancora maggiore al ruolo del turismo e promuovere anche una forma di Turismo Sociale perchè lo scambio culturale, la scoperta di nuove città e luoghi, l’esperienza profonda di un viaggio è un diritto che tutti i cittadini dovrebbero avere.Molti cittadini, infatti, vedono negarsi la possibilità di fare turismo per via della scarse risorse economiche di cui possiedono o per altri motivi che rendono difficile organizzare un viaggio.

A chi si rivolge l’iniziativa?

Il progetto Calypso si rivolge a tutti i giovani e adulti economicamente svantaggiati tra i 18 e i 30 anni, alle famiglie con problemi economici o altre problematiche, ai soggetti diversamente abili, agli ultrasessanticnquenni e ai pensionati che si ritrovano in una situazione che non  permette di organizzarsi un viaggio autonomamente.

Il ragionamento alla base del progetto è semplice e lineare:
Dal momento che la maggior parte degli stati Europei (e non solo) stanno puntando sempre di più sull’industria turistica e che le varie fluttuazioni del mercato a causa del fenomeno della stagionalità sono spesso molto marcate, con notevoli ripercussioni economiche sulle strutture ricettive, sui trasporti e di conseguenza su buona parte delle altre attività economiche collegatevi e quindi sul sitema economico, stimolare il mercato nei periodi fuori stagione può da un lato risollevare l’economia e creare posti di lavoro e dall’altro andare in contro ai cittadini  in difficoltà.

L’dea di base, così come riportato nell’informativa, è questa:
“Se ad ogni cittadino europeo fosse data l’opportunità di viaggiare e
scoprire posti nuovi, l’industria turistica in Europa potrebbe creare lavoro nei periodi
di bassa stagione e andare incontro alle esigenze delle persone che dispongono di
meno risorse con sistemazioni a costi più contenuti e con speciali vacanze a tema.
Inoltre, le buone prassi esistenti dimostrano che alcuni Stati membri, come la Spagna,
promuovendo le vacanze dei cittadini anziani in bassa stagione, hanno registrato un
importante ritorno d’investimento.”

Da qui nasce Calypso, dal nome della ninfa greca che secondo l‘Odissea di Omero ospitò per dieci anni Ulisse, che si propone non solo di occuparsi del tema turismo, ma anche di salute, dei giovani, degli anziani e della integrazione sociale in Europa.
Calypso si basa su un’azione preparatoria della durata di tre anni già iniziata nel 2009 che si concluderà nel 2011 con un budget di un milione di euro all’anno(i rapporti aggiornati al 2010 sul programma Calypso li trovate qui).
Ben 21 stati fra i Paesi dell’UE e Paesi candidati hanno partecipato all’iniziativa e al fine di studiare le buone pratiche e costruire una strategia comune, si sono tenuti sei seminari in tutta Europa (insieme ad un gruppo selezionato di esperti sia del settore pubblico che privato allo scopo di assistere la Commissione nell’attuazione del progetto Calypso).
La speranza è che tutto questo possa consentire a gruppi specifici di viaggiare in tutta Europa in periodi di bassa stagione dando anche maggiori opportunità ad associazioni non governative, agenzie viaggi e altre attività turistiche.

Ecco un possibile schema per quanto riguarda gli scambi nella bassa stagione di Calypso:

Calypso si propone, in sintesi, di supportare sia l’economia del turismo in periodi di minore portata e sia la società dando nuovi stimoli e spinte a questo settore economico aiutando, di conseguenza, anche a creare altri posti di lavoro e migliorando la qualità della vita dei cittadini Europei offrendo la possbilità di viaggiare ai soggetti meno privilegiati.

Fonte: Commissione Europea DG imprese e industria settore turismo.
Per gli utimi rapporti aggiornati al 2010 del programma Calypso, puoi consultare questa pagina

Aggiornamento 2011

E’ ora disponibile una brochure riassuntivadell’operato svolto fino a questo momento, pubblicato dalla commissione europea in quest’anno(2011).Ricordo che il triennio preparatorio terminerà alla fine di quest’anno.

Ulteriore Aggiornamento (2016).

Il sito della COmmissione Europea ha subito diversi aggionamenti. Alcuni Link presenti nell’articolo non sono raggiungibili o aggiornati.

Sono presenti ulteriori sviluppi, rapporti e informazioni in questa nuova pagina della commissione europea riguardante il programma Calypso.

Summary
Nome Articolo
Calypso: Il nuovo programma della commisione Europea in materia di Turismo
Descrizione
Calypso iniziativa della commissione europa in materia di Turismo per la promozione di viaggi e turismo a chi non ha molta disponibilità di spesa e atto a ridurre la stagionalità.
Autore
Condividi questo post con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Wikio IT
  • LinkedIn
  • del.icio.us
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

Lascia una risposta