La spesa turistica internazionale nel 2016

con Nessun commento

Turismo internazionale spesa turistica 2017

Da un recente rapporto dell’UNWTO si evince come il turismo “Outbound”, ossia il flusso di turisti che si spostano da un Paese verso un altro Paese, sia cresciuto in maniera piuttosto evidente durante il 2016, trend confermato anche dai dati generali sugli arrivi turistici nel 2016.

Difatti i risultati, che mostrano un incremento della spesa turistica derivante dai maggiori mercati generatori di turismo in uscita, sono il riflesso del suddetto aumento della domanda di turismo internazionale a livello globale. L’aumento maggiore della spesa turistica internazionale outbound è stata registrata dalla Cina che con un +12% continua ad essere il principale mercato generatore di turismo internazionale. A seguire vi sono gli Stati Uniti, La Germania, l’Inghilterra e la Francia.

Paesi con maggiore spesa turistica 2016

-“Top Spenders” a livello globale-

Come appena riportato la Cina si riconferma il maggiore Paese generatore di turismo in uscita verso altre destinazioni con un aumento della spesa turistica internazionale del +12% , passando da 11 miliardi di dollari americani a 261 miliardi di dollari. Il numero di turisti cinesi che hanno reggiunto altre destinazioni ha raggiuto, nel 2016, un quota di 135 milioni di viaggiatori. Questa crescita ha confermato il trend della Cina già molto ben marcato negli anni passati, difatti la Cina si è imposta come primo mercato genertore di turismo outbound già nel 2012. Di questo aumento di viaggiatore cinesi internazionali, e dunque dell’aumento della spesa turistica, ne hanno beneficiato soprattutto molte destinazioni dell’Asia e del Pacifico, primo tra tutti il Giappone che è una delle mete preferite dei cinesi, la Repubblica Coreana, la Tailandia, ma anche destinazioni di più lungo raggio come gli Stati Uniti ed alcune destinazioni in Europa.

 

Come già messo in evdienza, gli Stati Uniti sono il secondo maggiore Paese generatore di turismo outbound. I dati mostrano un aumento della spesa turistica del +8%, passando dai 9 miliardi di dollari registrati nel 2015 a 122 miliardi di dollari nel 2016. Questo è il risultato di una forte e stabile crescita di domanda di turismo internazionale, soprattutto negli ultimi 3 anni.

Di contro il Canada, che rappresenta il secondo mercato generatore di domanda turistica verso gli Stati Uniti, non ha registrato grandi miglioramenti a livello globale.

Europa: Germania, Regno Unito, Francia ed Italia tra i “top spenders” in Europa.

Anche in Europa si è registrato un aumento della spesa turistica, crescita guidata da Paesi come la Germania, il Regno Unito, la Francia e l’Italia. La Germania, che rappresenta il terzo maggiore mercato a livello globale, ha registrato una crescita della spesa turistica internazionale del +5% raggiungendo quota 81 miliardi di dollari. Questo dato va sicuramente a compensare il risultato non entusiasmante registrato invece nel 2015.

Anche la spesa turistica internazionale del Regno Unito, che rappresenta il quarto mercato generatore di turismo, è rimasta forte nonostante il deprezzamento della sterlina avvenuto durante lo scorso anno. Difatti il numero di turisti internazionali provenienti dal Regno Unito è aumentato del +7% nel 2016, raggiungendo quota 70 milioni di viaggiatori in uscita con una spesa turistica internazionale vicino ai 64 miliardi di dollari.

A seguire la Francia (quinto mercato generatore di domanda turistica) che ha anch’essa registrato un aumento cospicuo della spesa turistica internazionale durante il 2016, parliamo di un +7% che tradotto in termini monetari significa il raggiungimento di 64 miliardi di dollari.

Infine, anche l’Italia ha registrato un aumento della suddetta spesa turistica internazionale con un +1% di crescita raggiungendo 25 miliardi di dollari.

Altri Mercati

Se si considerano anche altri mercati sono stati registrati ottimi risultati ( sempre in termini di aumento della spesa turistica internazionale outbound ossia verso altre destinazioni,) dal Vietnam (+28%), dall’ Argentina (+26%), dall’Egitto (+19%), dalla Spagna (+17%), dall’India (+16%), da Israele e dall Ucraina (entrambe +12%) ed infine dal Quatar e dalla Tailandia (entrambe +11%).

In contrasto il turismo in uscita dalla Russa e da Brasile  è continuato ad essere basso durante il 2016, probabilmente anche a causa di una economia debole e da cambi di valuta non favorevoli.

Tabella Paesi Spesa Turistica 2017

————–

Fonte Dati: UNWTO

 

Summary
Spesa Turistica Internazionale 2017
Nome Articolo
Spesa Turistica Internazionale 2017
Descrizione
La spesa Turistica internazionale è aumentata nel corso del 2016. In un rapporto dell'UNWTO si evince che il maggiore Paese generatore di turismo verso altre destinazioni, durante il 2016, è stata la Cina. Ottimi risultati anche dagli USA e in Europa (tra cui anche in Italia)
Autore
Condividi questo post con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Wikio IT
  • LinkedIn
  • del.icio.us
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • Technorati
  • email
  • Add to favorites

Lascia una risposta