L’impatto economico del Turismo in Italia nel 2015

con 1 commento

Turismo Italia 2015: impatti economici

Come risulta chiaro dai dati raccolti, elaborati e pubblicati dall’UNWTO il turismo nel 2015 ha continuato ad espandersi e ad aumentare. Anche il turismo degli italiani in Italia ha raggiunto buoni risultati. Ma quale è stato l’impatto economico derivante dal settore Viaggi e Turismo in Italia?

I dati raccolti dal WTTC indicano un impatto economico ancora una volta positivo:

Il contributo diretto del settore turistico al PIL in Italia (per impatto diretto si intendono servizi direttamente connessi all’industria turistica quali strutture ricettive, servizi di ristorazione, trasporti, attrazioni e divertimenti)  è stato calcolato essere di 68,8 miliardi di Euro, il che si trraduce in un apporto al PIL del 4,2%. Ci si aspetta un ulteriore aumento del 2,1% per la fine dell’anno corrente (2016). Come già specificato si tratta di dati derivanti dagli impatti economici
generati da industrie direttamente legate al mondo turistco come Alberghi, agenzie di viaggi, trasporti aerei o altri trasporti per passeggeri oltre che attività di tipo “leisure” e ristorazione direttamente colpite da … Mi interessa, continuo a leggere--->

Alla scoperta dell’Alta via dei Monti Liguri

con Nessun commento
faiallo - alla scoperta dei monti liguri
Veduta del Passo del Faiallo ©Stefano Massari

 

L’Alta via dei Monti Liguri: scoprire una Liguria sconosciuta
442km di sentieri (segnati dal segnavia lungo l’arco appenninico ligure, suddivisi in 44 tappe che portano gli escursionisti da Ventimiglia a Ceparana (o naturalmente lungo il percorso contrario). E’ l’alta via dei monti liguri, un percorso istituito ufficialmente nel 1983, che ripercorre la linea di crinale che separa il versante mediterraneo da quello padano, due mondi che, da secoli, comunicavano e comunicano ancora proprio attraverso valli e passi dell’appennino ligure.

L’ITNERARIO
Un percorso che parte idealmente dall’estremo ponente ligure, sfiora il confine con la Francia e consente all’escursionista di andare alla scoperta della liguria ‘alpina’, quel territorio che culmina nei 2200 metri del monte Saccarello (la cima più alta della regione) costellato di antichi borghi quali Dolceacqua, Triora, Realdo o Verdeggia, nonché di fortificazioni risalenti ai conflitti mondiali e al regno sabaudo. Oltre il colle di San Bernardo si entra nell’entroterra savonese, l’altitudine diminuisce e si attraversano boschi secolariMi interessa, continuo a leggere--->

I Viaggi degli Italiani nel 2015

con Nessun commento

Copyright foto: rphotographystudio.com

Come risulta chiaro dal rapporto annuale dell’ UNWTO (Organizazione mondiale del turismo) il 2015 è stato ancora una volta un anno positivo per il turismo a livello internazionale (eccezion fatta per il continente africano in cui vi sono ,tra l’altro, dati limitati). Il continente che ha avuto maggior “successo” in termini di arrivi turistici internazionali è stato sicuramente l’Europa. Ma quali sono i numeri specifici per quanto riguarda i viaggi degli italiani nel 2015? Che tipo di turismo è stato maggiormente utilizzato dagli italiani? Quali destinazioni sono state maggiormente scelte come meta degli Italiani e degli stranieri?

A rispondere a questa domanda vi sono i dati ISTAT che aiutano a fare un punto sulla situazione turistica in Italia e a mettere in rilievo i dati completi relativi all’intero anno appena passato (2015).

Secondo i dati ISTAT gli italiani hanno effettuato, durante il 2015, 57 milioni e 17 mila viaggi con pernottamento, il che si traduce in un dato stabile rispetto al 2014. Sì può quindi affermare che gli … Mi interessa, continuo a leggere--->

L’Italia contribuisce all’estensione dell’ area protetta in madagascar!

con Nessun commento

Italia contribuisce area protetta madagascar

Grazie all’impegno dell’unica stazione di ricerca italiana in Madagascar, tagliare e bruciare i 1.600 ettari della Foresta Pluviale degli Alberi Dragoni è diventato illegale. L’area di foresta primaria gestita dal Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Torino in collaborazione con il Parco Natura Viva di Bussolengo come zoo capofila Uiza (dall’Unione Italiana Zoo e Acquari), è ora un’area nazionale protetta per decreto governativo.

L’annuncio poche ore fa alla chiusura del VI Convegno Nazionale della Ricerca nei Parchi al Parco Natura Viva.

“Questo potrebbe salvare la vita a 13 delle specie di lemuri più a rischio di estinzione che vivono in Madagascar, in costante declino a causa della deforestazione indiscriminata”, annuncia Cristina Giàcoma, Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell’Università di Torino. “Taglia e brucia, in malgascio “tavi”: le popolazioni locali tagliano la foresta e poi appiccano il fuoco, per trarne carbone o nuovi territori da coltivare.”

Una pratica che ha contribuito alla scomparsa del 90% della foresta primaria esistente sull’Isola, insieme anche all’estrazione mineraria.… Mi interessa, continuo a leggere--->

Il turismo in Italia nel 2014: l’Impatto economico

con 1 commento

impatto economico del turismo Italia 2014

Come si evince dagli ultimi dati relativi alle rilevazioni effettuate nel settore del turismo a livello globale (sia in termini di arrivi turistici che in termini di impatti economici ), l’industria turistica sta crescendo molto. In questo articolo vorrei porre l’attenzione sul contributo economico del turismo al nostro Paese, ossia in Italia. E quindi, qual’è stato il contributo al PIL? Come ha contribuito il turismo in Italia all’occupazione? che tipo di turismo si è verificato in maniera maggiore? Vediamo di rispondere a queste domande andando con ordine:)

Contributo al PIL:

Secondo i dati elaborati dal WTTC, nel 2014 il contributo diretto del settore “Viaggi e Turismo” al PIL italiano è stato di 66 miliardi di Euro, il che rappresenta il 4,1% del PIL totale. Inoltre, secondo le previsioni effettuate sempre dal WTTC, ci si apetta una ulteriore crescita nel corso dell’anno in corso (2015) dell’ 1,8% e del 2,1% entro il 2025 (ossia si prevede che il contributo al PIL raggiunga il 4,6% , il … Mi interessa, continuo a leggere--->

IT.A.CÀ festival del turismo responsabile: I Contest dell’edizione 2015!

con Nessun commento

Festival turismo responsabile 2015 contest

I contest della VII edizione di IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: festival del turismo responsabile 2015.

Si svolge dal 22 maggio al 7 giugno 2015 la VII edizione del primo festival in Italia dedicato al turismo responsabile e, come ogni anno, fra itinerari, passeggiate, musica e incontri, ci sono anche alcuni concorsi che premiano naturalmente i migliori, i più coraggiosi e i più fantasiosi turisti responsabili.

L’edizione 2015 raddoppia il numero delle città coinvolte in Emilia Romagna (Bologna, Parma, Reggio Emilia,Ferrara, Rimini, Ravenna e Forlì) ed esce dai confini regionali per invadere di voglia di scoperta anche il Trentino dal capoluogo ai suoi parchi e aree protette. Il programma si articola infatti in due trances, una emiliano-romagnola nel periodo dal 22 maggio al 2 giugno e l’altra in Trentino nel periodo dall’1 al 7 giugno.

Ecco i quattro contest che IT.A.CÀ. e i suoi partner propongono per questa edizione 2015. Tutte le informazioni, le modalità di partecipazione, le scadenze e i regolamenti si trovano sul sito www.festivalitaca.net

Adotta un turista

Il … Mi interessa, continuo a leggere--->

Scoprire l’Appennino autentico: Berceto Comunità Ospitale

con Nessun commento

 berceto comunità ospitale. turismo responsabile in italia

Scoprire l’Appennino autentico: Berceto Comunità Ospitale, una vacanza all’insegna dell’esperienza.             L’Appennino parmense è uno di quei luoghi ancora poco conosciuti dai grandi flussi turistici, che riesce a mantenere radicate le proprie tradizioni e la cultura rurale, in un modo autentico e genuino.

Avventurarsi in uno degli splendidi borghi situati nelle vallate appenniniche, significa riscoprire il senso del tempo, delle antiche tradizioni e dei mestieri di una volta, dei sapori intensi e dei sorrisi accoglienti. Così è Berceto, piccolo borgo situato nei pressi del Parco Regionale dei Cento Laghi (Pr) e a cavallo della preziosa via Francigena, da sempre luogo di arrivi, partenze e scambi culturali. Il borgo di Berceto è piccolo un gioiello di pietra, con il suo antico duomo risalente al XII secolo, i resti dell’antico castello e un paesaggio appenninico dalla natura avvolgente.

Berceto ha deciso di intraprendere un percorso di valorizzazione turistica molto importante, basato sui principi della sostenibilità, del turismo responsabile e della valorizzazione della comunità locale, come fulcro dell’esperienza turistica. Vivere un’esperienza nella … Mi interessa, continuo a leggere--->

1 2 3