Turismo Spaziale e cambiamento climatico.

con Nessun commento

Breve Introduzione

Sempre più spesso si sente parlare di viaggi spaziali, intesi come viaggi aperti al pubblico nello spazio e quindi  non solo per ricerche scientifiche.
Fino a qualche tempo fà l’idea di un “turismo spaziale” poteva suonare come una cosa impossibile, fantascienza o comunque come un qualcosa ben lontano dal potersi realizzare. Attualmente invece questa possibilità è molto concreta, basta pensare che è già possibile prenotare dei posti per dei viaggi puramente di piacere e c’è già chi ha goduto di questa esperienza; difatti i “turisti spaziali” che hanno realmente realizzato questo tipo di viaggio sono stati, finora,  7 al mondo. Il primo è stato Dennis Tito nel 2001 , un imprenditore statunitense che in realtà è anche un astronauta. Il prezzo del suo biglietto? 20 Milioni di dollari. Ed è questa la cifra che hanno sborsato, poco più-poco meno, anche i successivi … Mi interessa, continuo a leggere--->

Quando il viaggio è la follia!

con Nessun commento

Turismo di massa e folliaQuando si parla di turismo di massa a volte lo si fà con tono dispregiativo indicando con questa parola un viaggio “incolto” che non apporta nessun apprendimento o vera esperienza.In realtà non sempre è così, turismo di massa di per sè può significare semplicemente che il turismo è diventato un fenomeno alla portata di (quasi) tutti e che quindi si è esteso alla massa. E in questa massa poi ci sono le varie differenziazioni. Altre volte, invece, effettivamente ci sono dei viaggi che poco hanno a che vedere con la vera natura del viaggio. Ma non è precisamente di questo che voglio parlare in questo post, ma di un interessante libro che mette, in qualche modo, in relazione il Turismo di massa con le malattie mentali, o perlomeno può indirizzare verso una riflessione di … Mi interessa, continuo a leggere--->