L’esigenza di uno sviluppo alberghiero in chiave sostenibile.

con Nessun commento
Strategie alberghiere sostenibili
© Rickard Rivellini  www.rphotographystudio.com

Uno sviluppo sostenibile di una struttura ricettiva e, ancor piu’ importante, di una intera zona di interesse turistico , insieme a politiche e regolamentazioni restrittive e ben delineate atte a regolare un espansione turistica e quindi una corretta distribuzione della ricchezza derivante dal turismo sostenendo al contempo la preservazione naturale ed anche culturale di un intero Paese, è un passo importantissimo per il settore turistico (discorso che può e deve però estendersi anche agli altri settori). Ci sono molti casi studio e molti rapporti che indicano i benefici, per lo più spesso anche molto intuitivi, derivati da uno sviluppo di questo tipo , e quindi sostenibile e responsabile.

I vantaggi sono innumerevoli, sia in una visione micro, e quindi intesi come una diminuzione dei costi per le singole imprese ( ed in caso di investimenti iniziali vi sarà un susseguente ritorno di investimento) derivanti da politiche gestionali ad hoc e processi di uso riuso e riciclaggio e sia in una visione macro, a vantaggio dell’intero … Mi interessa, continuo a leggere--->

Toscana: cresce il turismo sostenibile!

con 1 commento

 

Toscaa , turismo sostenibile in aumento!

 

Secondo uno studio del CST (Centro Studi Turistici) in Toscana si sta espandendo molto il concetto del turismo sostenibile. Difatti si è visto che molte strutture e tour operator si stanno impegnando molto non solo al fine di soddisfare una domanda sempre presente per siti di arte, divertimento e relax ma anche verso una categoria ancora di nicchia (ma neanche tanto) che cerca prodotti genuini della terra locale, prodotti di artigianato e più in generale prodotti e servizi che rispettino la cultura/economia locale e l’ambiente sia in senso stretto che generale.

Ho sempre sostenuto che tralasciare questo aspetto è un grande errore che ancora oggi molti imprenditori e strutture ricettive spesso ignorano o che non considerano questo elemento abbastanza importante.

Ma in Toscana questo lo stanno capendo e molti tour operator, proprio in virtù di una forte domanda di questo tipo, sostengono appunto che attualmente molti turisti richiedono maggiori interazioni sociali, rispetto per il territorio e sempre più spesso scelgono periodi dell’anno meno “affollati” per … Mi interessa, continuo a leggere--->

L’Italia contribuisce all’estensione dell’ area protetta in madagascar!

con Nessun commento

Italia contribuisce area protetta madagascar

Grazie all’impegno dell’unica stazione di ricerca italiana in Madagascar, tagliare e bruciare i 1.600 ettari della Foresta Pluviale degli Alberi Dragoni è diventato illegale. L’area di foresta primaria gestita dal Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Torino in collaborazione con il Parco Natura Viva di Bussolengo come zoo capofila Uiza (dall’Unione Italiana Zoo e Acquari), è ora un’area nazionale protetta per decreto governativo.

L’annuncio poche ore fa alla chiusura del VI Convegno Nazionale della Ricerca nei Parchi al Parco Natura Viva.

“Questo potrebbe salvare la vita a 13 delle specie di lemuri più a rischio di estinzione che vivono in Madagascar, in costante declino a causa della deforestazione indiscriminata”, annuncia Cristina Giàcoma, Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell’Università di Torino. “Taglia e brucia, in malgascio “tavi”: le popolazioni locali tagliano la foresta e poi appiccano il fuoco, per trarne carbone o nuovi territori da coltivare.”

Una pratica che ha contribuito alla scomparsa del 90% della foresta primaria esistente sull’Isola, insieme anche all’estrazione mineraria.… Mi interessa, continuo a leggere--->

Slow Botanic Tourism…un nuovo marchio ha messo radici!

con Nessun commento

slow botanic tourism

Marchio Slow Botanic Tourism

Dal progetto ProArbora – parte del Programma INTERREG di cooperazione transfrontaliera Italia–Svizzera – realizzato dal M.A.I. di Varese (Modern Arboricolture Institute), l’Associazione Sviluppo Rurale e il Jardin Swisse per promuovere e tutelare l’inestimabile patrimonio arboreo e naturalistico, è nato Slow Botanic Tourism, il nuovo marchio per il turismo ad alto interesse vegetazionale.… Mi interessa, continuo a leggere--->

AEIA propone viaggi in Africa, per un turismo sostenibile e consapevole

con Nessun commento

L’estate si avvicina, perché non pensare ad una  vacanza fuori dal comune che ci renda protagonisti di una vera e propria esperienza di viaggio?

Ecco una serie di proposte suggerite da AIEA – Associazione Italiana Esperti d’Africa – che offrono lo spunto per pensare ad un viaggio in Africa diverso, dove l’esperienza diretta con guide certificate, la condivisione e l’emozione di incontri speciali con la natura danno l’opportunità al viaggiatore di diventare parte integrante della vita africana.… Mi interessa, continuo a leggere--->

Progetto EDEN: Destinazioni Turistiche di eccellenza

con Nessun commento

COS’è IL PROGETTO EDEN
Il progetto EDEN (European Destination Of Excellence) è una iniziativa della Commissione Europea, già avviata da diversi anni, che ha come obiettivo principale quello di dare maggiore visibilità alle destinazioni turistiche di eccellenza e allo stesso tempo quello di aiutare le stesse località a sfruttare tutte le loro potenzialità e quindi sviluppare i servizi turistici in sintonia con i principi di sostenibilità.

Il progetto si basa essenzialmente su dei concorsi, a cadenza annuale, che sfociano in una selezione (per ognuno dei paesi partecipanti) dei siti di maggiore rilievo. Il progetto è rivolto  sopratutto verso destinazioni poco note presenti nel continente europeo e che si distinguono per l’impegno verso una sostenibilità ambientale sociale e culturale.… Mi interessa, continuo a leggere--->

Rapporto dell’UNEP: Necessità di uno sviluppo “economico verde”

con Nessun commento

In nuovo rapporto l’UNEP ribadisce, dati alla mano, quanto uno sviluppo verde dell’economia sia un passo importante e di come possa non solo proteggere l’ambiente e garantire un uso corretto delle risorse, ma anche migliorare le condizioni economiche di imprese e nazioni.
Il rapporto và a toccare un pò tutti i settori, e quindi anche il Turismo. In questo caso specifico i punti analizzati sono 10, di seguito viene riportata una sintesi:… Mi interessa, continuo a leggere--->

1 2