VIII edizione IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: festival del turismo responsabile

con Nessun commento

-ITACA- festival turismo responsabile 2016

IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori: festival del turismo responsabile Al via l’VIII edizione del primo e unico festival italiano sul turismo responsabile: a Bologna dal 23 al 29 maggio 2016
“Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze!” Kostantin Kavafis
Torna anche quest’anno IT.A.CÀ migranti e viaggiatori il primo e unico festival dedicato al turismo responsabile, giunto alla sua VIII edizione.
Come nelle passate edizioni IT.A.CÀ coinvolge 7 città fra Emilia Romagna e Trentino ma, per valorizzare appieno le attività delle diverse sedi, le settimane in cui si svilupperanno i programmi di ciascuna città saranno diluiti in diversi periodi dell’anno e avranno temi differenti, delineati in base alle diverse caratteristiche dei territori.
Dal 23 al 29 maggio a Bologna si analizzerà il rapporto che unisce turismo, city branding e innovazione turistica attraverso convegni, workshop, presentazioni libri, proiezioni, spettacoli e, naturalmente, itinerari turistici a piedi, in treno e in bicicletta a Bologna e nella Città Metropolitana. La settimana dal 19 … Mi interessa, continuo a leggere--->

Gli effetti del terrorismo sul turismo

con 2 commenti

turismo attacchi terroristici impatti

Negli ultimi anni si sono susseguiti una serie rilevante di attacchi terroristici nelle più diverse zone del globo. Gli effetti dei suddetti attacchi comportano una serie di conseguenze. Alcune istantanee, come caos, shock, vittime e insicurezza oltre che altri tipi di conseguenze sul piano politico, tema che non verrà affrontato in questo articolo. Altre che si protraggono in un tempo più o meno lungo. Sicuramente alcuni effetti ricadono anche sull’industria turistica. Indubbiamente, se prliamo di zone ritenute precedentemente all’attacco “sicure”, si verificherà una diminuzione dei flussi derivante soprattutto dall’insorta sensazione di vulnerabilità e di insicurezza. Statisticamente, sempre se ci riferiamo a zone in cui non vi siano già conflitti, è improbabile che nei giorni e settimane susseguenti un attaco terroristico in una zona si verificherà un secondo attacco. Al contrario ci si potrebbe aspettare un attacco in una zona non ancora colpita. Eppure spesso i turisti preferiscono evitare la destinazione attaccata proprio per “paura” che quel luogo sia diventato non più sicuro.

Inoltre vi sono … Mi interessa, continuo a leggere--->

L’impatto economico del Turismo in Italia nel 2015

con 1 commento

Turismo Italia 2015: impatti economici

Come risulta chiaro dai dati raccolti, elaborati e pubblicati dall’UNWTO il turismo nel 2015 ha continuato ad espandersi e ad aumentare. Anche il turismo degli italiani in Italia ha raggiunto buoni risultati. Ma quale è stato l’impatto economico derivante dal settore Viaggi e Turismo in Italia?

I dati raccolti dal WTTC indicano un impatto economico ancora una volta positivo:

Il contributo diretto del settore turistico al PIL in Italia (per impatto diretto si intendono servizi direttamente connessi all’industria turistica quali strutture ricettive, servizi di ristorazione, trasporti, attrazioni e divertimenti)  è stato calcolato essere di 68,8 miliardi di Euro, il che si trraduce in un apporto al PIL del 4,2%. Ci si aspetta un ulteriore aumento del 2,1% per la fine dell’anno corrente (2016). Come già specificato si tratta di dati derivanti dagli impatti economici
generati da industrie direttamente legate al mondo turistco come Alberghi, agenzie di viaggi, trasporti aerei o altri trasporti per passeggeri oltre che attività di tipo “leisure” e ristorazione direttamente colpite da … Mi interessa, continuo a leggere--->

2015: Nuovo record degli arrivi turistici internazionali

con Nessun commento

NUovo record degli arrivi turistici nel 2015

Il 2015 è stato ancora una volta un anno molto fruttuoso per quanto concerne il turismo. A sostenere questa considerazione vi sono i dati rilasciati dall’UNWTO nel suo ultimo rapporto. Difatti dalla rilevazione dei dati raccolti emerge che nei 12 mesi dell’anno appena trascorso il numero degli arrivi turistici internazionali (con pernottamento) è aumentato del +5,5%, stabilendo un nuovo record. Ciò significa che il numero ragguinto da questi è stato di 1,184 miliardi ovvero ben 50 milioni di arrivi in più rispetto al 2014 (che a sua volta aveva segnato un record).
Si tratta del sesto anno consecutivo in cui il numero degli arrivi internazionali segnano una impennata, con una media di crescita del 4% annuo a partire dal 2010.

E’ interessante notare che la domanda è stata forte praticamente ovunque, ovviamente con le dovute precisazioni e differenziazioni geografiche.

Nello specifico la crescita è stata maggiore nei paesi economicamente avanzati, con un aumento del +5% rispetto ai paesi appartenenti alle economie emergenti che hanno registrato … Mi interessa, continuo a leggere--->

L’esigenza di uno sviluppo alberghiero in chiave sostenibile.

con Nessun commento
Strategie alberghiere sostenibili
© Rickard Rivellini  www.rphotographystudio.com

Uno sviluppo sostenibile di una struttura ricettiva e, ancor piu’ importante, di una intera zona di interesse turistico , insieme a politiche e regolamentazioni restrittive e ben delineate atte a regolare un espansione turistica e quindi una corretta distribuzione della ricchezza derivante dal turismo sostenendo al contempo la preservazione naturale ed anche culturale di un intero Paese, è un passo importantissimo per il settore turistico (discorso che può e deve però estendersi anche agli altri settori). Ci sono molti casi studio e molti rapporti che indicano i benefici, per lo più spesso anche molto intuitivi, derivati da uno sviluppo di questo tipo , e quindi sostenibile e responsabile.

I vantaggi sono innumerevoli, sia in una visione micro, e quindi intesi come una diminuzione dei costi per le singole imprese ( ed in caso di investimenti iniziali vi sarà un susseguente ritorno di investimento) derivanti da politiche gestionali ad hoc e processi di uso riuso e riciclaggio e sia in una visione macro, a vantaggio dell’intero … Mi interessa, continuo a leggere--->

Turismo in Europa? Ancora una volta in crescita!

con Nessun commento

Turismo in crescita 2015

 

Secondo un recente rapporto dell‘UNWTO  (Organizzazione mondiale del Turismo) gli arrivi turistici, a livello globale, sono aumentati nei soli primi 8 mesi del 2015 del 4,3%. Il dato, già di per se interessante, lo è ancora di più dal momento che in larga parte è stata l’Europa a detereminare questo risultato, consolidando il trend degli ultimi anni. Sempre secondo il rapporto dell’UNWTO World Tourism Barometer, il numero di turisti internazionali ( e per turisti si intendono siggetti che abbiano soggiornato almeno una note nel luogo di destinazione), che hanno viaggiato nel mondo tra Gennaio e Agosto 2015 sonon stati circa 810 milioni, ossia 33 milioni in più rispetto allo stesso periodo nel 2014.

Come già riportato a farla da padrone in questo aumento degli arrivi è stata l’Europa, che si riconferma come il continente più visitato. Difatti la sola Europa è cresciuta, sempre in termini di arrivi turistici, del +5%, il che rappresenta la crescita maggiore rispetto a tutte le altre zone globali. … Mi interessa, continuo a leggere--->

Toscana: cresce il turismo sostenibile!

con 1 commento

 

Toscaa , turismo sostenibile in aumento!

 

Secondo uno studio del CST (Centro Studi Turistici) in Toscana si sta espandendo molto il concetto del turismo sostenibile. Difatti si è visto che molte strutture e tour operator si stanno impegnando molto non solo al fine di soddisfare una domanda sempre presente per siti di arte, divertimento e relax ma anche verso una categoria ancora di nicchia (ma neanche tanto) che cerca prodotti genuini della terra locale, prodotti di artigianato e più in generale prodotti e servizi che rispettino la cultura/economia locale e l’ambiente sia in senso stretto che generale.

Ho sempre sostenuto che tralasciare questo aspetto è un grande errore che ancora oggi molti imprenditori e strutture ricettive spesso ignorano o che non considerano questo elemento abbastanza importante.

Ma in Toscana questo lo stanno capendo e molti tour operator, proprio in virtù di una forte domanda di questo tipo, sostengono appunto che attualmente molti turisti richiedono maggiori interazioni sociali, rispetto per il territorio e sempre più spesso scelgono periodi dell’anno meno “affollati” per … Mi interessa, continuo a leggere--->

1 2 3 4 5 8